Pezzi mancanti di te



Incipit

Cinque anni dopo

 

L'orologio a pendolo, nel salotto della villa dei Thorton a Laenerin, scandiva il tempo. Erano passate da poco le cinque del pomeriggio e Mrs Emma Thorton stava ricamando insieme alle sue amiche: Bridget Collins e Katharine Harper. Chiacchieravano del più e del meno. Ma Emma era insofferente alle discussioni frivole delle sue compagne di ricamo. Infatti, di tanto in tanto, guardava dalla finestra, assorta in mesti pensieri. Si soffermava in particolar modo a osservare l'incedere delle carrozze per le vie cittadine e immaginava che al loro interno ci fossero altre dame simili a le, ma felici. Sospirò pesantemente a quel pensiero.

Ormai da cinque lunghi anni era, a tutti gli effetti, la signora Thorton. Dopo la scommessa, aveva dovuto mantenere la parola data e si era sposata con Gilbert. Ma il matrimonio non aveva cambiato la sua opinione sul marito. Lei non l'amava, né mai l'avrebbe amato, e nonostante lui la ricoprisse di attenzioni e di cure, per lei era solo un estraneo, nulla di più. A stento gli permetteva di baciarle la fronte la mattina o la sera prima di addormentarsi.

Lei e Gilbert erano andati a vivere in una villetta alle porte di Laenerin, un piccolo possedimento appartenuto alla nonna paterna di Emma, Abigail. La villa si componeva di soli tre piani: al piano terra c'erano un piccolo ingresso, un grande salone, le cucine e le camere della servitù; al primo piano, c'erano le stanze da letto, lo studiolo del marito, due graziosi salottini eleganti e un paio di stanze per gli ospiti; al terzo e ultimo piano la soffitta, dove finivano tutte le cose dimenticate o inservibili.

Anche se era una villetta alle porte di Laenerin, si aveva l'impressione di essere in città, perché a parte un piccolo giardino antistante la casa, dove Emma d'estate soleva sedersi a leggere i suoi amati libri, la stradina di fronte era acciottolata e vi transitavano con costanza le carrozze. Inoltre, c'erano molte altre ville vicine. E non solo. La sera i lampionai accendevano i lampioni. Era talmente addentro alla città, che Emma poteva raggiungere benissimo a piedi il parco in cui, nel periodo della scommessa, si era rifugiata dopo l'affronto della libreria "Simon" e aveva pianto per la rabbia.

[continua]


Curiosità

  • il libro è uscito nel settembre 2015;
  • Inizialmente, la storia narrata in questo secondo volume doveva fare parte del primo romanzo; infatti, avevo annotato le idee già mentre scrivevo il primo romanzo (rimani qui con me);
  • La cover è stata curata da violet nightfall (Purple monkey studio);
  • è previsto il terzo capitolo della saga, che si intitolerà "Amate Ombre";

Per acquistarlo

Il romanzo si trova scontato in tutti gli stores di internet, come ibs, amazon, inmondadori, etc. E in formato cartaceo.

per acquistarlo, clicca qui


Booktrailer