Senza di te


Come inizia...

 

Incedo lentamente in questo labirinto trasparente che è la città. E' sera. Le luci si accendono e colorano di giallo le automobili ferme, quelle in movimento, le case, l'asfalto. Soffia un leggero vento. Fa sollevare con delicatezza i miei capelli. Ripenso a te. Vorrei vederti sorridere, di nuovo. Le cicale friniscono, non è estate senza il loro canto. Fa caldo e ora sono alla scrivania, cerco di buttare giù due righe, ma tu sai bene che ci provo invano. Con la mia Corvina riuscirò a scrivere poche frasi spezzate, che poi cancellerò. Cerco il tuo numero di cellulare nella rubrica, ma non riesco a trovarlo. Voglio chiamarti per sentire la tua voce. Ancora una volta.

Dalla finestra aperta, le automobili scivolano lente sul nero asfalto. Vedo le luci della città accese. E più in là il porto. I pennoni delle barche svettano senza vele e ondeggiando cullano gli ormeggi. Riprendo a scrivere. L'orologio del videoregistratore segna le 21:00 con i due verdi zeri pulsanti. Il computer è acceso. Una lucina arancione ne rivela la presenza nella stanza.  [continua...]


Curiosità

  • Il romanzo è quasi autobiografico perché racconto in modo arromanzato la mia passata esperienza di giornalista pubblicista;
  • è il frutto di una esercitazione con la scrittrice Moony Witcher
  • Questo breve romanzo dal 2012 al 2016 e' stato pubblicato dalla casa editrice "Butterfly edizioni" ed era disponibile sia in formato cartaceo che ebook. Scaduti i termini del contratto, il romanzo e' tornato a me che l'ho ripubblicato solo in formato ebook in self nel luglio 2016;